Home » Televisione » Nuovi media » Flux Tv: la nuova frontiera della dipendenza dai Media

Flux Tv: la nuova frontiera della dipendenza dai Media

| ,

"Non uscire dal tunnel, arredalo".

L’icastico invito di un utente di Flux Tv esprime al meglio l’essenza di questo esperimento mediatico, che ho scoperto per caso cliccando su una delle inserzioni pubblicitarie che popolano le pagine di Format.

Recitava l’annuncio: "Stanco dei soliti programmi in tv? Sintonizzati su Flux!".

Sono approdato così in una comunità virtuale di videomakers e musicisti aggregata da MTV, con una curiosa sezione rappresentata da Flux Tv, interfaccia in forma di monitor che permette agli utenti iscritti di inserire brevi frasi, calembour, arguzie, destinate a fluire in perpetuo su Pc e Tv.

Un tipo di comunicazione che assomiglia ai rulli con gli sms dei telespettatori che scorrono in alcuni programmi tv. Con la differenza che ,in questo caso, i messaggi interattivi non sono un complemento accessorio di un multiscreen, ma sono i protagonisti a tutto schermo.

Un campionario delirante di motti e citazioni per tutti i gusti appare in sovrimpressione su un automa stilizzato che balla al ritmo di una musichetta ossessiva:

"fate l’amore non fate la guerra" (banale), "mi sento un arcobaleno" (mistico), "si è incantato il disco" (realistico), "verrai divorato dalla presa lan" (cannato), "stavo meglio prima" (turbato), “donne, è arrivato l’arrotino!!” (ricovero coatto e TSO immediato in virtù della legge 180)..

Etc etc, per un flusso ininterrotto di migliaia di ovvietà e demenzialità.

L’impressione è di entrare in un tunnel che ti strega: per un po’ non sono riuscito a staccare gli occhi dal monitor in attesa della frase successiva, e poi ancora di quella dopo, (sperando anche di vedere la mia, invano, perché il software manda a caso un diluvio di messaggi).

Per risvegliarmi dalla trance ed uscire dalla galleria, ho dovuto fare uno sforzo di volontà degno di nota.

Morale: cos’è Flux?

Mi sembra una forma di tv interattiva strana e paranoica. Che in fondo richiama lo spirito della Casa Madre ,Mtv, e dei suoi videoclip musicali trasmessi in moto perpetuo, senza nessuna mediazione: un’esperienza immersiva e ipnotica che è una metafora efficace della dipendenza dalla Tv.

Ma che non è Tv.

Flux Tv è in fondo un’evoluzione ed una nuova frontiera della dipendenza mediatica, che pensavamo fosse legata solo agli eventi trasmessi in broadcasting da Rai o Mediaset.

Errore: il test di Mtv dimostra che anche la comunicazione partecipativa ed interattiva del Web e dei New Media può suscitare la stessa passività abulica che provoca Raffaella Carrà. Seppur in modo molto più intelligente..
Guarda Flux Tv

Scritto da Style24.it Unit
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Dov'Š finito il blog di Adriano Celentano?

Monica Bellucci, la diva che parla francese con gli italiani

Leggi anche
Entire Digital Publishing - Learn to read again.