Notizie.it logo

Festival di Venezia, i film italiani vincitori del Leone d’Oro

festival di venezia film italiani vincitori

Al Festival di Venezia ci sono stati, nel corso degli anni, diversi film italiani vincitori del Leone d'Oro, il premio principale dell'evento.

Il famosissimo Festival di Venezia premia pellicole internazionali, ma diverse volta i film italiani hanno avuto la fortuna e l’onore di essere premiati come vincitori, sbaragliando la concorrenza mondiale. Il numero di film prodotti in casa nostra che ha vinto l’ambito Leone d’Oro è pari ad 11. Chissà se questa edizione, che comincerà il 28 agosto e finirà il 7 settembre, premierà ancora una volta qualcosa di nostrano. Titoli in gara made in Italy ce ne sono. Bisogna vedere se saranno all’altezza di quelli di successo del passato e cosa ne penseranno giuria e pubblico.

Film italiani vincitori del Festival di Venezia

Forse non tutti sanno che il Festival di Venezia è il più longevo festival a tema cinematografico che ci sia, a livello internazionale. Quella che comincerà il prossimo 28 agosto sarà la 76esima edizione. La prima c’è stata nel 1932. L’evento serve per presentare le pellicole cinematografiche in uscita, ma anche per assegnare il Leone d’Oro, il premio che va a quello che viene considerato il miglior film tra le pellicole in concorso.

Ci sono poi premi alla carriera, riconoscimenti che quest’anno andranno all’attrice inglese Julie Andrews e al regista spagnolo Pedro Almodovar.

L’elenco dei film italiani vincitori del Leone d’Oro al Festival di Venezia è di tutto rispetto. 11 pellicole di grande successo. Successo a cui, sicuramente, ha contribuito anche la consegna del premio. Si comincia con ‘Romeo e Giulietta’ del regista Renato Castellani. L’anno è il 1954 e il film è uno dei numerosi adattamenti della tragedia dei due innamorati shakespeariani. Si deve aspettare il 1959 per la seconda vittoria italiana. La pellicola in realtà non fu una sola, ma ci furono due film che vinsero il Leone d’Oro: ‘La grande guerra’ di Monicelli e ‘Il generale Della Rovere’ di Rossellini.

Leone d’Oro per le pellicole italiane

Seguono anni di film italiani vincitori al Festival di Venezia: dal 1962 al 1966 vincono solo pellicole nostrane. Si comincia con ‘Cronaca familiare’ di Zurlini dal romanzo di Pratolini, ‘Le mani sulla città’ di Francesco Rosi, ‘Deserto rosso’ di Antonioni, ‘Vaghe stelle dell’Orsa’ di Visconti e ‘La battaglia di Algeri’ di Pontecorvo.

Il momento d’oro del cinema italiano a questo punto si prende un ventennio di riposo. Non che non ci siano nuove pellicole italiane in concorso, ma gli stranieri hanno la meglio.

Nel 1988 ‘La leggenda del Santo Bevitore’ di Ermanno Olmi vince, tra i tanti riconoscimenti, anche il Leone d’Oro al Festival di Venezia. Dieci anni dopo, 1988, è la volta di Gianni Amelio con il suo ‘Così ridevano’. Nel 2013 tocca a Gianfranco Rosi con il documentario ‘Sacro GRA’, eccezione, visto che prima di allora nessun documentario si era mai aggiudicato il premio. Quest’anno l’Italia è in concorso con vari titoli: ‘Waiting For The Barbarians’ di Ciro Guerra, ‘Martin Eden’ di Pietro Marcello, che in realtà è una coproduzione italiana, tedesca e francese, ‘La mafia non è più quella di una volta’ di Franco Maresco e ‘The Mayor of Rione Sanità’ di Mario Martone, in coproduzione con la Francia.


© Riproduzione riservata
Laura Anna Gritti
Architetto di formazione montessoriana, classe 1980 e bergamasca DOC, preferisco scrivere piuttosto che parlare. Ottima ascoltatrice e pessima osservatrice, con i miei testi mi piace riportare in maniera comprensibile a tutti anche gli argomenti più complessi. Appassionata di edilizia tradizionale e di jazz, adoro scrivere di trash per aggiungere quel pizzico di cinismo che riporta con i piedi per terra anche i sognatori incalliti.
Leggi anche