Notizie.it logo

Elton John festeggia 29 anni da sobrio: il suo grazie a chi lo salvò

Elton John

Elton John festeggia via social un traguardo importante: la sua storia di dipendenza e di rinascita rivelata a migliaia di fan.

Elton John ha deciso di essere un uomo nuovo, ventinove anni fa e da quel giorno è letteralmente risorto dalle sue ceneri. Il commovente racconto del protagonista di Rocketman è una testimonianza preziosissima sui pericoli delle dipendenze e sulla necessità di chiedere aiuto e ha ricevuto migliaia di like e di commenti su Instagram.

Elton John: “Ho bisogno di aiuto”

Tra gli anni Settanta e Ottanta, quando la sua carriera era all’apice, Elton John aveva perso completamente i contatti con la realtà. Come tutte le rockstar dell’epoca si rifugiava e si stordiva in una vita di eccessi che lo aveva portato ad abusare di droghe e di alcool, da cui nel giro di poco divenne completamente dipendente.

La dipendenza aveva stravolto completamente la sua personalità e lo aveva reso inabile ad avere relazioni personali e professionali normali.

Tutto cambiò nel momento in cui il cantante toccò il fondo e si rese conto, per la prima volta nella sua vita, di dover pronunciare le tre fatidiche parole: “I need help” cioè “ho bisogno di aiuto”.

Da quel momento in poi Elton John entrò in contatto con persone che lo guidarono nel lungo e difficile percorso di disintossicazione e che, nei fatti, gli salvarono la vita. A quelle persone il cantante ha dedicato, nella giornata di ieri, un post su Instagram:

29 anni fa io ero un uomo a pezzi. Finalmente misi insieme il coraggio di pronunciare tre parole che avrebbero cambiato la mia vita: “Ho bisogno di aiuto”. Grazie a tutte quelle persone generose che mi hanno aiutato nel mio viaggio verso la sobrietà. Vi sarò eternamente grato.

La foto pubblicata nel post inquadra la medaglia commemorativa che è stata inviata al cantante in occasione dell’anniversario della sua sobrietà da parte della comunità degli alcolisti anonimi. Il motto inciso sulla medaglia è: “Sii fedele a te stesso – Unione, Servizio, Guarigione”.

Una vita di eccessi

Di recente la vita di Elton John è stata messa sotto l’occhio dei riflettori grazie alla realizzazione del film Rocketman, il biopic che nello scorso Maggio ha raccontato la verità, le ombre e le luci di una delle figure più carismatiche del pop internazionale.

Nelle numerose interviste rilasciate in occasione dell’uscita del film Elton John è tornato molte volte, e senza alcuna vergogna, sul tema delle dipendenze.

Il cantante ha spiegato di condurre “una vita che non era normale”, spostandosi continuamente sul suo jet privato, abitando in ville lussuosissime e acquistando qualsiasi cosa volesse, e di cui spesso non aveva alcun bisogno.

“Sono un sopravvissuto”

Il punto più basso della vita di Elton John è stato certamente il momento in cui si è reso conto di non riuscire più a condurre una vita normale e di essere fonte di problemi, di preoccupazione e di imbarazzo per coloro che gli erano vicini. Il cantante ha raccontato con estrema lucidità le condizioni in cui si era ridotto nel periodo appena precedente all’inizio della sua disintossicazione:

Avevo forti spasmi e le persone intorno a me mi trovavano per terra e cercavano di rimettermi a letto, ma un’ora dopo ero di nuovo per terra. Era assurdo. Sono un sopravvissuto, ho superato un sacco di cose. La vita è piena di trappole, anche quando sei sobrio. Ora sono in grado di affrontare tutto, perché ora non scappo più.


© Riproduzione riservata
Olga Luce
Olga Luce, nata a Napoli nel 1982, è diplomata al liceo classico. Scrive di cronaca, costume e spettacolo dal 2014. Il suo motto è: il gossip è uno sporco lavoro, ma qualcuno deve pur farlo (quindi tanto vale farlo bene)! Ha collaborato con Donnaglamour, Notizie.it e DiLei. Oggi scrive per Style24.
Leggi anche