Elezioni amministrative 2012: Grillo straripa e la destra scompare

Risultati delle amministrative: Beppe Grillo terza forza politica del Paese, il centro-destra e Casini quasi spariscono e il centro-sinistra passa all’incasso. Al Tg1 e al Tg5 però dimostrano di avere qualche problema a far di conto…

Un Movimento 5 stelle che va al di là delle più rosee aspettative e triplica il risultato pronosticato dai sondaggi, un centro-destra che quasi scompare dal panorama politico, un Terzo polo che si conferma solo fuffa mediatica senza nessuna presa reale sull’elettorato, un centro-sinistra che vince senza sfondare e il governo dei tecnici chiaramente bocciato dagli italiani, che puniscono – con l’eccezione parziale del Pd – la strana maggioranza che lo sostiene.

Questo, sostanzialmente e in estrema sintesi, il quadro del voto di queste elezioni amministrative.

Una realtà facile da leggere, basta saper fare due conti. Ma per la televisione italiana, con le solite lodevoli eccezioni di Mentana (forse l’unico che non usa il termine antipolitica per Grillo) e Sky Tg24, le cose risultano un po’ più complesse.

Prendiamo il Tg1, che ha talmente paura dei risultati che decide di aprire con la notizia del ferimento del dirigente dell’Ansaldo e – probabilmente superando Bunuel in surrealismo – si mette a ricordare gli omicidi delle Br. Arrivati finalmente alla pagina politica quelli del notiziario di Rai uno, conduce la fan di papi Susanna Petruni, servono una specie di bollettino ufficiale delle elezioni, roba che sembrerebbe ridicola pure se fosse firmata dall’Ansa. Per carità, i numeri li danno tutti – con tanto di noiosissimi collegamenti da ogni capoluogo – ma nessuno si azzarda a tirare le somme, a dire insomma chi ha vinto e chi ha perso.

Il teatrino della politica, che non è solo quello dei partiti ma anche quello dei cinegiornali della Seconda Repubblica, prosegue con la litania dei collegamenti dalle sedi dei partiti: non si salta nessuno, tranne Beppe Grillo ovviamente, di cui si riportano due frasette in cinque secondi. Eppure il M5S sarebbe la terza forza politica del Paese, ma mi sa che al Tg1 non sono bravissimi in matematica.

Al Tg5  invece fanno quasi tenerezza: si mettono a contare i comuni conquistati dal centro-sinistra e quelli conquistati dal centro-destra; non hanno ancora capito che è crollato tutto e che lo schieramento che guidava Berlusconi è semplicemente andato in liquefazione. Ma diamogli tempo, alla fine riusciranno a elaborare il lutto.

(In alto: Grillo, fonte: infophoto).

Scritto da Style24.it Unit
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Juventus campione d'Italia: sexy tifose nude per noi

Belen Rodriguez e Stefano De Martino: Amici, Corona, l'incidente

Leggi anche
Contents.media