Il diffusore professionale, il migliore amico delle donne con i capelli ricci

diffusore


Se il peggior nemico dei capelli ricci è il calore del phon, il migliore amico di una testa con i boccoli è sicuramente il diffusore professionale. Prezioso anche per chi ha una chioma che ha il difetto di assumere una consistenza e un aspetto crespo e che teme l’umidità, il diffusore è uno strumento utile e facilmente utilizzabile da chiunque. In pratica si tratta di un accessorio che ha la forma di una specie di campana con dei dentini alla base e dei fori che convogliano il calore. Basta attaccarlo al phon quando bisogna asciugare la testa per proteggere efficacemente la capigliatura dal calore diretto emesso dal bocchettone dell’asciugacapelli. Il risultato sarà una capigliatura perfettamente asciutta che, senza essere stata aggredita dal calore, può sfoggiare ricci morbidi e soprattutto privi dell’antiestetico effetto crespo. Ma non solo: il diffusore è utile anche per asciugare in modo meno aggressivo qualsiasi tipo di capelli, soprattutto quelli fini oppure già sottoposti a trattamenti stressanti come colorazioni, colpi di sole, decolorazioni.

Effetto mosso con l’aiuto del diffusore

Una volta incastrato il diffusore professionale all’estremità del phon, si può passare ad asciugare la testa

in maniera più delicata. La cosa da ricordare è che se i capelli sono lunghi è meglio selezionare una velocità meno elevata del phon: questo accorgimento serve a proteggere la capigliatura dall’esposizione prolungata al getto d’aria calda che con l’utilizzo del diffusore viene necessariamente prolungata. Quello che spesso ci si domanda è: come si procede quando bisogna usare il diffusore professionale sui capelli lisci? Vediamo tutti i passi da fare.

  • Bisogna lavare i capelli, asciugarli bene con un telo di spugna e quindi applicare un prodotto districante.
  • Pettinare i capelli delicatamente, perché quando sono bagnati si spezzano più facilmente, sciogliendo con calma eventuali piccoli nodi.
  • Mettersi davanti allo specchio e cominciare ad asciugare la testa, puntando il diffusore verso la radice dei capelli e spostando l’apparecchio con un movimento rotatorio. Così facendo, dopo avere passato il diffusore su tutto il cuoio capelluto, scendere fino alle punte.
  • Con movimento deciso, piegarsi in avanti in modo da fare ricadere tutta la chioma davanti al viso. Rimanendo piegate, partendo dalla nuca bisogna procedere all’asciugatura dei capelli sempre in direzione che va dal cuoio capelluto verso la radice.
  • Ritornare in posizione normale e controllare che i capelli siano asciutti e voluminosi. Per un maggiore volume basta aggiungere una mousse specifica prima di cominciare a usare il diffusore. Al contrario per ottenere meno volume, basta non asciugare i capelli a testa in giù, ma solo in posizione normale, eretta.
  • Completare l’operazione fissando la pettinatura con il getto d’aria fredda del phon.

Ricci e onde definiti

Per ottimizzare i risultati ottenuti, grazie all’utilizzo del diffusore professionale, ci sono alcuni consigli che si possono mettere in pratica, soprattutto se si hanno i capelli mossi, ricci oppure crespi.

  • L’ideale è non usare mai prodotto detergenti molto aggressivi come quelli che hanno una formulazione a base di solfati, sostanza che può disidratare la capigliatura facendola apparire crespa e opaca.
  • Lavare i capelli con un olio detergente e, al posto di massaggiare il balsamo, applicare un prodotto specifico per ridurre l’effetto crespo.
  • Non utilizzare il balsamo senza risciacquo sulla capigliatura mossa perché potrebbe appesantirla. Oltretutto c’è anche la seria possibilità che il balsamo senza risciacquo riduca l’ampiezza delle onde e il volume dei riccioli che al contrario si desiderano ravvivare con il diffusore. Meglio invece utilizzare una spuma.
  • Utilizzare le punte del diffusore professionale per massaggiare i capelli con delicatezza, modellando le onde e la forma dei riccioli oltre a esaltarne il volume.