Home » Televisione » Diavoli 2, Guido Maria Brera: “Si farà e sarà ambientata nel 2020”

Diavoli 2, Guido Maria Brera: “Si farà e sarà ambientata nel 2020”

|

Guido Maria Brera ha annunciato che Diavoli andrà in onda con la seconda stagione.

La prima stagione di Diavoli, serie tv nata da un adattamento dell’omonimo romanzo di Guido Maria Brera, deve ancora concludersi ma sappiamo già che avrà un seguito. Lo scrittore, intervistato da Il Corriere della Sera, ha spoilerato qualche dettaglio.

Diavoli 2: parla Guido Maria Brera

Diavoli va in onda con l’ultima puntata della prima stagione il 15 maggio 2020, ma sappiamo già che ci sarà un secondo capitolo. Produzione originale Sky con protagonisti Alessandro Borghi e Patrick Dempsey, la serie tv è un adattamento del romanzo I Diavoli di Guido Maria Brera. Si tratta di un thriller finanziario ambientato negli anni dell’austerity, dopo la grande crisi finanziaria del 2008. La messa in onda di Diavoli, almeno per il momento, è stata un grande successo. Il 17 aprile scorso, data dell’anteprima assoluta in Italia, ha catturato l’attenzione di 572 mila spettatori ed è il terzo miglior debutto degli ultimi 3 anni, dietro a Gomorra 4 e Catch-22.

Questi dati più che incoraggianti hanno spinto la produzione a firmare per la seconda stagione. Venduta in 160 Paesi e distribuita globalmente dal gruppo NBCUniversal, Diavoli non andrà in onda prima di un anno. Guido Maria Brera, intervenuto in una diretta de Il Corriere della Sera, ha dichiarato:

“Stiamo lavorando a Diavoli 2 che inizia con i personaggi che si incontrano in un bar di Milano in questi giorni: l’apertura della stagione sarà ambientata proprio in questi giorni”.

Una scommessa vinta

Brera, finanziere, scrittore e sceneggiatore nonché uno dei fondatori della casa editrice La Nave di Teseo, ha ammesso che Diavoli è stata una vera e propria scommessa. Ha dichiarato:

“La scommessa folle fatta con Lux e Sky è stata sfidare il pubblico raccontando cose complesse ma rendendole più facili possibile: mi ha entusiasmato vedere un pubblico variegato, anche di giovani, che ha capito come funziona la finanza, è una sfida alle troppe semplificazioni di oggi”.

La sceneggiatura della seconda stagione è già in ballo e ha preso vita proprio dai giorni nostri, Coronavirus compreso. Come si è trovato con i protagonisti Alessandro Borghi e Patrick Dempsey? Guido Maria ha ammesso:

“Dempsey è stato affascinato da questo ruolo né buono né cattivo, lui che aveva sempre interpretato personaggi positivi. Il suo è un ruolo sorprendente che rappresenta un po’ l’intera cupola della finanza mondiale, coi suoi pro e contro. Si è speso moltissimo durante le riprese, anche nel correggere di cose della scrittura durante l’interpretazione in scena. Ancora oggi ci scriviamo perché è molto affascinato dal successo della serie”.

Con Borghi è nata una vera e propria amicizia. Ha dichiarato:

“Alessandro si è preparato a questa serie con un metodo simile a quello che usa per i film, come i grandi attori americani: è entrato pienamente nella parte. La differenza tra Alessandro Borghi e Massimo Ruggero è stata pressoché inesistente. Quando lo portavo in giro per Londra, è stato una spugna tale che oggi potrebbe tranquillamente andare a lavorare in una banca d’affari a Londra e nessuno lo riconoscerebbe. Ha imparato subito tutti i meccanismi e ha imparato l’inglese in modo incredibile. Spero che non ci lasci per andare a lavorare in America”.

Non ci resta che attendere il 2021 perché difficilmente Diavoli 2 uscirà prima del nuovo anno.

Scritto da Fabrizia Volponi
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Fedez e Chiara Ferragni volontari per Milano aiuta: il video

Coronavirus, grandi cambiamenti per gli Oscar del 2021: le novità

Leggi anche
Entire Digital Publishing - Learn to read again.