De Laurentiis: ?Siete delle merde?. Poi se ne va in motorino

A me interessa poco l’argomento calcio, almeno qui sul blog: ci sono ben altri spazi dove insultare squadre, calciatori, arbitri e dirigenti. Tuttavia, quel che Š successo ieri sera Š televisivamente rilevante.

Aurelio De Laurentiis, presidente (che molti definirebbero “vulcanico“) del Napoli, Š di certo un personaggio degno di nota. Teatrale, istrionico, sornione: che sappia come attrarre l’attenzione e polarizzare le simpatie della gente Š fuor di dubbio. La stampa sportiva lo adora, poich‚ con lui il titolone ad effetto Š quasi garantito.

Ieri sera su Sky hanno presentato il sorteggio dei calendari del prossimo campionato di Serie A. De Laurentiis, come d’altronde il 90% del gotha del calcio italiano, era presente. Quando gli porgono il microfono per le solite dichiarazioni di rito pre-sorteggio, lui chiede che le grandi squadre che partecipano alle coppe europee, tra cui la sua, vengano tutelate, e che prima o dopo le partite di coppa *non* vi siano gare di campionato particolarmente ostiche.

Ci siete fin qui? Bene.

Accade che nelle prime sei giornate del girone d’andata (sulle diciannove previste) il Napoli becchi il Milan alla terza e l’Inter alla sesta. Entrambe le volte a pochi giorni da una partita di coppa.

De Laurentiis non ci sta, vede rosso(nero), Š nero(azzurro) di rabbia. Abbandona lo studio in aperta polemica con la Federazione, inveisce, sacramenta. DopodichŠ, assediato dai giornalisti – che quasi non credono alla fortuna che stanno avendo – mette in scena il colpo di teatro: giunto davanti ad un semaforo, chiede un passaggio ad un perfetto sconosciuto, sale sul motorino e se ne va.

Dai, Š bellissimo: il presidente del Napoli che sale sullo scooter di un tizio qualunque e svanisce per le vie della citt…. Momento molto cinematografico, quasi felliniano. Un produttore di film (quale Š De Laurentiis) non avrebbe potuto chiedere di meglio.

Scritto da Style24.it Unit
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Ilary Blasi (nuda), Borghezio (non nudo) l'omofobia (a nudo)

Gli stereotipi su uomini e donne che annullano la nostra libertà

Leggi anche
Contents.media