Home » Attualità » Cinema » David di Donatello 2020: tutti i vincitori della 65esima edizione

David di Donatello 2020: tutti i vincitori della 65esima edizione

| |

I David di Donatello 2020 sono andati in onda con una versione del tutto diversa rispetto a quelle a cui eravamo abituati. L’emergenza Coronavirus, infatti, ha completamente stravolto la prestigiosa serata di gala che premia il meglio del cinema italiano. Ecco tutti i vincitori della 65esima edizione.

David di Donatello 2020: i vincitori

L’8 maggio 2020 si è tenuta la 65esima edizione dei David di Donatello. Al timone c’è stato un bravissimo Carlo Conti, che è riuscito a portare a termine una serata per nulla semplice. Uno studio vuoto, niente pubblico, zero ospiti e premiazioni viruali. I vincitori hanno potuto ritirare il premio e fare il classico discorso di ringraziamento a distanza. Una situazione senza precedenti, ma necessaria a causa dell’emergenza Coronavirus. Nel corso della serata, Conti ha assegnato ben 22 David di Donatello, ai quali va aggiunto quello speciale a Franca Valeri per la sua lunga carriera.

David dello Spettatore

Ficarra e Picone vincono il David dello Spettatore. I due, in collegamento ognuno dalla propria abitazione, hanno dichiarato: “Siamo contenti che tutta questa gente sia andata a vedere il nostro film”. I comici sperano che si possa tornare presto nelle sale.

Miglior film

Il traditore di Marco Bellocchio. Il regista ha dichiarato: “Ho vinto tre David in una serata, bel record”.

Miglior regia

Marco Bellocchio per il film Il traditore. Il regista ha commentato: “Sono contento per me stesso, per gli attori, per gli altri candidati. Mi fermo qui perché non vorrei dimenticare qualcuno. Cosa aggiungere… ho 80 anni e spero di fare per un po’ di anni altri film che mi entusiasmano”.

Migliore attore protagonista

Pierfrancesco Favino per il film Il traditore. Subito dopo l’annuncio di Carlo Conti, la moglie Anna Ferzetti lo ha sorpreso con un bel bacio che è subito diventato virale.

Migliore attrice protagonista

Jasmine Trinca per il film La dea fortuna. L’attrice, emozionata come non mai, ha dichiarato: “Dedico il premio a tutti coloro che non solo mi hanno cresciuto ma che si sono presi cura di me”.

Migliore attrice non protagonista

Valeria Golino con ‘5 è il numero perfetto‘. L’attrice ha commentato: “Dedico il premio all’Italia e a tutti noi, per questo tempo fragile e potente. Grazie alla tecnologia abbiamo potuto rincontrarci. È una gran bella cosa. L’anno prossimo però spero possiamo rivederci, gioire insieme, abbracciarci, baciarci e fare le cose belle che si fanno nella vita. Questa edizione credo che verrà ricordata non solo da me che ho vinto questo premio”.

Migliore attore non protagonista

Luigi Lo Cascio con il film Il traditore. L’attore ha ringraziato la troupe e gli addetti ai lavori e ha aggiunto: “Voglio dedicare il premio a un attore che ci ha lasciato, Luigi Maria Burruano, che è mio zio. Poi lo dedico ai migliaia di lavoratori nello spettacolo, chissà quando torneremo. Spero che come tutti gli altri lavoratori non verremo dimenticati”.

Migliore sceneggiatura originale

Marco Bellocchio – Ludovica Rampoldi – Valia Santella – Francesco Piccolo, Il traditore. In rappresentanza, è intervenuta la Rampoldi: “È un peccato non potersi abbracciare in questo momento. La quarantena ha dimostrato che le serie, i libri, i film leniscono il nostro dolore. Grazie ai creatori di storie”.

Migliore sceneggiatura non originale

Maurizio Braucci – Pietro Marcello, Martin Eden.

Miglior produttore

Grøenlandia – Rai Cinema – Gapbusters – Roman Citizen – Con Rai Cinema, Il primo re.

Migliore canzone originale

La Dea Fortuna (“Che Vita Meravigliosa” – Musica e testi di Antonio Diodato – Interpretata da Diodato).

Migliore musicista

L’orchestra Di Piazza Vittorio – Il Flauto Magico Di Piazza Vittorio.

Miglior regista esordiente

Phaim Bhuiyan per Bangla. Il regista ha ammesso: “Sono un po’ sconvolto”.

Migliore autore della fotografia

Daniele Ciprì, Il primo re.

Miglior scenografia

Dimitri Capuani, Pinocchio.

Miglior costumista

Massimo Cantini Parrini, Pinocchio.

Miglior truccatore

Dalia Colli – Mark Coulier (Trucco Prostetico), Pinocchio.

Miglior acconciatore

Francesco Pegoretti, Pinocchio.

Miglior montatore

Francesca Calvelli, Il traditore.

Miglior suono

Il primo re.

Migliori effetti speciali visivi

Theo Demeris – Rodolfo Migliari, Pinocchio.

Miglior documentario di lungometraggio

Selfie di Agostino Ferrente.

David giovani

Mio fratello rincorre i dinosauri.

Tag

Giulia De Lellis e Andrea Damante di nuovo insieme a Milano: le novità

Marcello Sacchetta: “Niente Amici, la carriera da ballerino è finita”

Scrivi un commento

1000
Leggi anche
Entire Digital Publishing - Learn to read again.