Claudio Sorrentino è morto: il celebre doppiatore aveva il Covid-19

Il celebre doppiatore Claudio Sorrentino è morto: aveva contratto il Covid-19.

Claudio Sorrentino è morto: il celebre doppiatore aveva 75 anni. Dopo la positività al Covid-19, era stato ricoverato presso una clinica di Roma, ma le sue condizioni di salute si sono aggravate. Con una brillante carriera alle spalle, era la voce storica di Mel Gibson, John Travolta e Bruce Willis.

Claudio Sorrentino è morto

Classe 1945, Claudio Sorrentino è morto. Ricoverato in una clinica di Roma dopo il contagio da Covid-19, il celebre doppiatore non è riuscito a vincere questa battaglia.

La triste notizia è stata resa pubblica dalla famiglia, che ha annunciato che i funerali si svolgeranno in forma strettamente privata.

Sorrentino aveva iniziato a recitare da bambino, a soli 9 anni: dalla compagnia teatrale Brignone-Santuccio alla Morelli-Stoppa, passando per quella di Eduardo De Filippo e quella Rossella Falk. A metà degli anni Cinquanta aveva iniziato a muovere i primi passi come doppiatore, mentre intorno al 1970 era stato nella squadra dei conduttori di Tandem, programma di Rai2 che vedeva al timone anche Fabrizio Frizzi.

Tanti i doppiaggi della sua carriera, come: Ron Howard della serie tv Happy Days, Bruce Willis, Sylvester Stallone, John Travolta, Jeff Bridges, Mickey Rourke, Geoffrey Rush, Gérard Depardieu, Daniel Day-Lewis e Russell Crowe. Inoltre, Claudio è stato tra i fondatori del Segretariato sociale della Rai, nonché fondatore e presidente dell’Associazione attori doppiatori italiani riuniti. Nel 2005, infine, è stato consigliere per il cinema e lo spettacolo del ministro per i Beni e le attività culturali.

Scritto da Fabrizia Volponi
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Chiara Nasti e Nicolò Zaniolo stanno insieme: la prima foto di coppia

Gf Vip, Samantha ad Andrea Zelletta: “Sembri autistico”

Leggi anche
Contents.media