Home » Attualità » dintorni e tv » Chi se ne frega se la moglie di Paolo Bonolis fa l'opinionista alla Fattoria!

Chi se ne frega se la moglie di Paolo Bonolis fa l'opinionista alla Fattoria!

| , , ,

Su Tv sorrisi e canzoni c'è una rubrica in cui, ogni settimana, viene rivolta una domanda d'attualità ai direttori dei principali telegiornali nazionali. Nell'ultimo numero in edicola il quesito posto a Clemente J. Mimun e company non verte esattamente intorno ai massimi sistemi del mondo: il settimanale della Mondadori infatti chiede se sia giusto che la signora Bonolis faccia l'opinionista alla Fattoria.

La prima, istintiva, risposta che verrebbe da dare è : chi se ne frega se la consorte di Paolo Bonolis passa la domenica sera nello studio del programma più insulso della televisione! Ma se proprio si desiderasse affrontare la questione la risposta potrebbe trasformarsi in un: e allora? Dove sta il problema?

O meglio: davvero è il caso di occuparci di Sonia Bruganelli in Bonolis in una televisione che è invasa, anzi infestata, in tutti i suoi ambiti da mogli, fidanzate, fratelli, sorelle, nipoti, cognati, cugini, amici e conoscenti delle star e dei pezzi grossi?

In uno degli ultimi spettacoli che Beppe Grillo ha portato in giro per i teatri d'Italia il comico genovese, dopo avere spulciato tutti gli organigrammi della Rai, dava lettura di uno sterminato elenco di nomi di "figli di" e "parenti di" che, guarda caso, trovano lavoro nelle più varie e diverse redazioni e strutture della televisione di stato.

Ovviamente a Mediaset, come tutti sanno, funziona allo stesso modo, con l'attenuante che un gruppo privato – a differenza di un'impresa pubblica – può effettivamente fare un po' ciò che gli pare. Del resto fuori dalla televisione le cose di certo non cambiano, anzi forse peggiorano pure: siamo il paese delle parentopoli, dove aziende pubbliche, università e ospedali pullulano di raccomandati, figli e nipoti di politici, giornalisti, manager, professori e primari.

Dunque, davvero, parlare di Sonia Bruganelli fa un po' ridere, anche perché non mi risulta che per svolgere il ruolo di opinionista alla Fattoria servano competenze specifiche. Quali poi? Si tratta di cucinare quattro pettegolezzi da comari su un gruppo di poveracci che zappa la terra: roba che potrebbe fare la prima signora scelta per strada e quindi, si suppone, anche la moglie di Paolo Bonolis.

Scritto da Style24.it Unit
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Il discorso di Silvio Berlusconi per la nascita del Pdl? Sembrava una televendita di Wanna Marchi

Emilio Fede Š sceso in campo, non si chiuda il Sipario su Daniela Martani

Leggi anche
Entire Digital Publishing - Learn to read again.