Home » Attualità » Personaggi Tv » Bud Spencer, la figlia Cristiana Pedersoli: “Continuo a sentirlo”

Bud Spencer, la figlia Cristiana Pedersoli: “Continuo a sentirlo”

|

Bud Spencer è morto da quasi 4 anni e la figlia Cristiana Pedersoli ha raccontato di un 'segnale' che ha ricevuto dopo la sua scomparsa.

Il prossimo 27 giugno sono 4 anni che il grande Bud Spencer è morto. La figlia Cristiana Pedersoli, intervistata dal Corriere, ha parlato di suo papà e ha rivelato che, dopo la sua scomparsa, ha continuato a sentire la sua presenza. Un padre attento e ricordi che rimarranno indelebili nel suo cuore e in quello dei suoi fratelli.

Bud Specer: la figlia Cristiana Pedersoli

Cristiana Pedersoli è la secondogenita di Bud Spencer e della moglie Maria Amato. Di professione pittrice e scultrice, la 57enne ha dedicato al suo attore del cuore un libro intitolato “Bud. Un gigante per papà“. In questa opera, non vuole parlare della carriera di Spencer, ma dell’uomo Carlo Pedersoli. Intervistata dal Corriere, Cristiana ha raccontato il motivo per cui ha deciso di dedicargli uno scritto:

“Avevo bisogno di mettere per iscritto il mio papà e i miei ricordi, perché la figura di Bud Spencer era troppo predominante. Volevo raccontare che era altro. Era mio padre”.

Un grande attore, ma soprattutto un grande uomo. Il prossimo 27 giugno ricorre il quarto anniversario della scomparsa di Bud, ma il suo ricordo è vivo nel cuore di quanti lo hanno amato. Non a caso, Cristiana ha rivelato che continua a sentirlo vicino. La figlia di Bud ha raccontato:

“Le piccole magie per farmi accettare una puntura. Faceva comparire una moneta dietro il mio orecchio, una volta perfino un pulcino. La cosa più incredibile era quando si infilava una sigaretta accesa nella bocca, e poi l’apriva con la cicca ancora incandescente. (…) Le pernacchie sulla pancia, le penniche distesa a pelle di leone su di lui, le sue smorfie per farmi ridere, la barba che odorava di pulito. Il profumo inconfondibile, Eau d’Orange Verte di Hermès. Ho continuato a sentirlo anche dopo che se ne è andato“.

cristiana papà

Il segnale di papà Bud

Bud non amava molto i riflettori e alla sua famiglia ha concesso una vita lontana dalla mondanità. Il migliore amico di Terence Hill adorava più di ogni altra cosa i suoi tre figli Giuseppe, Cristiana e Diamante e li chiamava affettuosamente: “Peppotto”, “Cri Cri” e “Didda”. La secondogenita di Spencer ha rivelato che, dopo la sua morte, ha ricevuto un suo ‘segnale’. Ha rivelato:

“La cosa più significativa è successa un paio di mesi dopo che non c’era più. Un fan continuava a scrivermi dicendo che papà voleva che cercassi tra i cassetti di una credenza in radica con una ribaltina. La descrizione era molto precisa, ma io non avevo un mobile del genere e non ricordavo che ci fosse a casa dei miei genitori… Insisteva e infine, nella camera da letto di mia madre, ho trovato l’armadio. Nei cassetti c’era un astuccio con una foto di mio padre abbracciato a sua madre, nonna Rina. Voleva dirmi che erano insieme e stava bene…”.

Un racconto davvero commovente, che fa venire la pelle d’oca a quanti credono nei segnali che provengono dall’aldilà.

bud papà

Il rapporto con Terence Hill

Cristiana non ha potuto fare a meno di parlare del rapporto che univa suo padre a Terence Hill. I due non sono stati solo colleghi, ma anche amici per la pelle. La Pedersoli ha dichiarato:

“È come uno zio. Quando avevo dieci anni ero innamorata di lui, era di una bellezza incredibile, con modi sempre gentili e affabili. Lui e papà erano agli antipodi, ma erano due gentiluomini e il fatto di essere entrambi credenti li univa. Ogni tanto viene a cena a casa di mamma, ci lega un affetto profondo”.

La figlia di Bud ha sottolineato che la sua famiglia è ancora molto legata a Terence e che lui frequenta abitualmente la loro casa.

bud e terence

Scritto da Fabrizia Volponi
Tag
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Giovanni Ciacci e gli insulti omofobi: “Ho denunciato tutto”

Ascolti tv di venerdì 12 giugno 2020: i dati

Leggi anche
Entire Digital Publishing - Learn to read again.