Bollani stronca X Factor. Ma non parla di tv…

A Tv talk, il jazzista accusa autori tv e discografici di sfruttare i cantanti. Ma la tv ha le sue leggi…

Stefano Bollani bastona X Factor nel giorno della mancata finale di Star Academy.

Ospite di Tv Talk, il conduttore di “Sostiene Bollani” accusa il sistema talent:

Non è giusto mettere in gara chi fa musica. La tv gonfia i cantanti come divi per qualche giorno, i discografici ne spremono un paio come limoni e poi li consegnano allo psicologo.

Sottoscrivo la censura “umanitaria”, già ripetuta tante volte qui.

La critica non riguarda però la drammaturgia televisiva, che non si fa certo carico dei singoli destini umani e professionali.

Gli inventori dei talent hanno individuato nella gara tra cantanti una macchina tensiva che funziona, se ben allestita e messa a punto.

Punto e basta.

Di questo si occupa il linguaggio specifico: trovare formule compatibili con lo schermo domestico.

A noi spettatori, brutta gente egoisticamente occupata a stressarci, pagare bollette, lavorare o cercare lavoro tutto il giorno, interessa solo vedere uno show intrigante e rilassante.

Ed ai Talent spetta il compito di proporci facce giuste e storie coinvolgenti.

Gli autori TV non sono gli agenti dei cantanti mandati allo sbaraglio, anche se tutto congiura per far credere ciò ai più ingenui: è la cinica legge della TV.

L’ideale sarebbe un incontro a metà strada tra Bollani e la TV.

Gli autori di X Factor potrebbero avere più rispetto per le persone, come richiede il grande jazzista.

Bollani potrebbe invece imparare da chi scrive i talent a convalidare il suo istrionismo, facendo un “Sostiene Bollani” meno radiofonico e soporifero…

Scritto da Style24.it Unit
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

L'ultima parola di Paragone è quella… di Michele Santoro!

Vasco Rossi malato: "Ho avuto l'endocardite"

Leggi anche
Contents.media