Berlusconi torna in politica e il Tg5 lancia subito lo spot

Ecco il servizio propaganda del Tg5 (vedi video) che racconta del ritorno in campo di Berlusconi: sembra uno spot politico e la redazione del telegiornale ha subito convocato un’assemblea di protesta

Alla storiella dell’editore liberale che Berlusconi ha raccontato in questi ultimi vent’anni, quando diceva che il conflitto d’interessi non esisteva perché i giornalisti del suo gruppo erano tutti contro di lui, ci potevano credere solo i marziani, ma fu immediatamente smentita dal più autorevole giornalista che abbia mai lavorato per il gruppo del Biscione: Indro Montanelli, alla guida de Il Giornale prima della triste era Feltri – Belpietro – Sallusti.

Il vecchio giornalista spiegò che, dopo la discesa in campo del 94, l’Unto si presentò in redazione( a insaputa del direttore) e disse chiaro e tondo che tutte le testate del suo gruppo avrebbero dovuto tifare per Forza Italia. Tempo qualche mese e Montanelli fondò un nuovo quotidiano.

Del resto il campione del consenso e della comunicazione – come l’ha dipinto la stampa compiacente in questi anni – le elezioni politiche le ha sempre vinte truccando la gara, cioè sfruttando come una macchina da guerra il suo impressionante arsenale mediatico, tra tv pubblica occupata militarmente e tv e giornali di sua proprietà affidati al controllo di una casta di fedelissimi (e asservitissimi) pretoriani.

Oggi che Silvio torna in campo, a Mediaset e dintorni son già tutti sull’attenti e pronti a una nuova massiccia campagna di propaganda per il padrone. Ecco come, per esempio, il Tg5 ha riassunto l’altro ieri l’avventura politica del Cavaliere(vedi video): un lungo elenco di “importanti riforme”, dalla legge Bossi-Fini sull’immigrazione (definita una vergogna in tutto il mondo) alla riforma del lavoro di Biagi (la madre di tutti i precari), dal federalismo fiscale (che ha prodotto i vari Fiorito) all’abolizione dell’Ici (varata in precedenza dal centrosinistra,  ma estesa anche ai ricchi, che ha prodotto il disastro che sappiamo), per poi finire con “i tagli ai costi della politica e le agevolazioni per i giovani” di cui non si è mai accorto nessuno. Su debito, tasse, spread e disoccupazione alle stelle e il rischio di bancarotta dell’anno scorso, nemmeno una parola. La redazione del Tg5 per martedì ha convocato un’assemblea di redazione dal titolo “La tempesta perfetta”. Auguri ragazzi, ne avete bisogno.

LINK UTILI:

Porta a porta, Otto e mezzo e mezza tv invasa dai Pdl che inneggiano a Silvio (qualcosa non torna)

Berlusconi torna e lo spread festeggia: l’hanno capito tutti tranne quelli del Tg1

Berlusconi torna in campo: Rambo e Rocky gli fanno un baffo

Scritto da Style24.it Unit
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Si può fare l’amore vestiti?: trailer cast e trama del film con Bianca Guaccero

Belen incinta e Nina Moric: verità a confronto, rissa o amicizia?

Leggi anche
Contents.media