Berlusconi condannato a 4 anni (miracolo, lo dicono anche i tg!)

Silvio Berlusconi viene condannato al processo sui diritti tv a 4 anni di reclusione e definito dalla sentenza un “delinquente naturale”. Ma la vera novità è che i telegiornali di regime non nascondono la notizia

E così dopo una vagonata di leggi ad personam, dopo legittimi impedimenti dei più fantasiosi e lodi Alfani vari, per una volta che il processo è arrivato al suo naturale termine schivando la solita prescrizione, Silvio Berlusconi è stato condannato a 4 anni di reclusione e 5 di interdizione ai pubblici uffici, definito un “delinquente naturale” e un evasore “notevolissimo” da una sentenza.

Del resto era un signore che da premier andava in giro dicendo che, quando le tasse appaiono troppo elevate, è anche giusto evaderle, e quindi appunto, non ci stupiamo di certo della condanna.

La notizia vera, questa volta, è un’altra: anche la televisione, anche i telegiornali di regime, quelli che scambiavano le prescrizioni per assoluzioni e che ci raccontavano degli scandali sessuali del premier solo dopo le elezioni, ci hanno informato della condanna del Cavaliere. Certo, Attilio Romita del Tg1, buon vecchio berluschino doc, parla di “presunte irregolarità nella compravendita dei diritti tv” (siamo ancora alla presunzione nonostante una sentenza di condanna), il Tg5 riporta anche le virgole della dichiarazione di fuoco di padron Silvio sull’uso della giustizia per fini politici e sulla democrazia in pericolo; ma insomma, alla fine il messaggio arriva a tutti i telespettatori: l’ex premier è stato giudicato colpevole di un’evasione fiscale colossale.

Pensate a cosa sarebbe accaduto solo un anno fa, con Minzolini che probabilmente avrebbe nascosto la notizia sostenendo che si commentano solo le sentenze di terzo grado, con Berlusconi a imperversare in ogni spazio televisivo per vomitare addosso qualsiasi insulto alla magistratura e con Fede a tentare il suicidio in diretta dallo studio del Tg4. Adesso invece, come per il ritiro di Berlusconi, anche la sua condanna sembra essere accolta da una strana calma e uno strano fatalismo nell’opinione pubblica, che probabilmente ormai si è fatta un’idea abbastanza chiara di chi sia l’Unto dal Signore.

E anche l’ennesimo, vuoto, stanco ripetersi del consunto ritornello sul complotto dei giudici (che non avrebbe neppure più senso visto che il nostro si è appena ritirato dalla corsa alla premiership) suona come un lontano rumore di fondo, irrilevante e fastidioso, un po’ come il ronzio di una zanzara agonizzante. Insomma, per fortuna stiamo già tutti pensando a cose più serie.

Altri link:

Berlusconi elezioni 2012: addio alla premiership, ma sarà vero?

Sentenza diritti tv: Berlusconi condannato a 4 anni, assolto Confalonieri

Silvio Berlusconi ritorno: la situazione è grave ma non seria

Scritto da Style24.it Unit
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Le belve: trailer, trama film di Oliver Stone tratto da Dan Winslow

Crozza nel paese delle meraviglie La7: video 26 ottobre 2012

Leggi anche
Contents.media