Asia Argento a Cannes: dito medio sul re carpet rivolto a fotografi

Era da tempo che non si vedeva l’invito apparentato al più italico gesto dell’ombrello: ci ha pensato la figlia di Dario Argento

L’Italia non è uscita a testa alta dal palmares finale del Festival di Cannes, almeno per quanto riguarda quello del concorso, in cui La grande bellezza di Paolo Sorrentino è rimasto privo di premi.

Advertisements

Discorso diverso per le sezione collaterali, nelle quali Miele di Valeria Golino si è aggiudicata una menzione della giuria ecumenica, mentre Salvo, il debutto Fabio Grassadonia e Antonio Piazza, ha trionfato nella Semaine de la Critique portandosi a casa il Grand Prix e il Prix Rèvèlation.

Ma la penisola ha fatta parlare di sé anche sul red carpet, grazie al comportamento di una delle più riottose e scostanti tra le sue figlie più celebri. Stiamo parlando di Asia Argento, attrice-regista-musicista-scrittrice creatura del maestro del brivido Dario, che negli ultimi tempi è balzata agli onore delle cronache rosa grazie al suo legame con l’artista maudit Morgan.

Ribelle di natura, tendente alla provocazione più o meno gratuita, Asia ha sfilato sul tappetto rosso della prima del film Zulu fasciata da un abito che sinceramente ai più è sembrato adatto al riposo notturno. Ma la pietra dello “scandalo” non risiede nella sua mise quanto piuttosto nel saluto rivolto ai fotografi che la stavano tempestando di scatti: un bel dito medio, gesto di moda almeno un decennio fa, forse un po’ caduto in disuso.

Non che la Argento si sia negata ai professionisti dell’immagine, la si vede infatti anche salutare in modo più aggraziato, ma il gesto ha suscitato un po’ di fastidio in coloro che esigono il rispetto di una manifestazione di grande presigio internazionale.

Dal canto sua la 37enne madre di due figli ha risposto indirettamente su Twitter, pubblicando un’altra foto in cui la si vede impegnata nello stesso invito gestuale, una giustificazione un po’ infantile e fuori luogo, avulsa dal contesto (“Se lo fa Cattelan perché non posso farlo anche io?“, seguita dalla foto della famosa scultura L.O.V.E), e infine una riproposizione dello scatto incriminato, seguita dal commento “Lord forgive me for the things I don’t understand / Signore perdonami per le cose che non comprendo.”

Molto rumore per nulla?

Foto: Getty Images

Scritto da Style24.it Unit
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Festival di Cannes 2013 film vincitori: Palma d'oro a La vie Adèle

Angelina Jolie news: è morta la zia. Aveva un cancro al seno

Leggi anche
Contents.media