Armie Hammer cannibale: le accuse all’attore di Chiamami col tuo nome

Armie Hammer è cannibale? Sono state diffuse chat private in cui l'attore ammetterebbe questa sua 'passione': il precedente.

Armie Hammer è finito al centro di una brutta bufera dopo che sono state diffuse alcune sue chat in cui si dichiara cannibale. All’inizio sembrava una fake news, ma secondo Vulture ci sarebbero dei strani precedenti che potrebbero anche incastrarlo.

Armie Hammer è cannibale?

L’attore 34enne Armie Hammer è stato accusato di cannibalismo. Negli ultimi giorni, la star statunitense di Chiamami col tuo nome è finito al centro di una brutta bufera che non ha ancora visto il suo intervento. Sono state diffuse chat private in cui avrebbe fatto delle confidenze ad una donna. Ammesso il fatto che sia veramente lui il mittente di questi messaggi, si legge: “Sono al 100% un cannibale. Voglio mangiarti. È terrificante ammetterlo”. Non solo, Armie avrebbe anche ammesso di aver mangiato un animale “ancora caldo”.

“Una volta ho estratto il cuore di un animale ancora vivo e l’ho mangiato mentre era ancora caldo”, avrebbe scritto Hammer.

Le chat hanno fatto in un lampo il giro del web e in molti l’hanno difeso, sostenendo che si tratta di una mossa per screditarlo. L’attore, infatti, è in procinto di girare la commedia romantica “Shotgun Wedding” al fianco di Jennifer Lopez.

Il magazine Vulture, però, riporta alla luce un precedente leggermente ambiguo. Nel 2017, Armie ha manifestato il suo apprezzamento ad una serie di tweet che inneggiavano a pratiche sessuali di schiavitù e bondage. I suoi like scatenarono una polemica notevole, tanto che per un po’ fu costretto ad abbandonare il mondo virtuale. Ad oggi, la domanda sorge spontanea: Hammer è davvero cannibale? Non possiamo fare altro che aspettare una sua dichiarazione in merito.

Scritto da Fabrizia Volponi
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Belen Rodriguez incinta del secondo figlio: “Al terzo mese”

Chiara Nasti: il nuovo tatuaggio sul lato b non piace ai fan

Leggi anche
Contents.media