Amadeus contro 100

Amadeus stasera torna con 1 contro 100, un game show che più che game show non si può. Bò, così dicono, io mi adeguo.
Non ho la minima idea di come funzioni questo gioco, anche se a dirla tutta è abbastanza intuibile.

Cominciamo però con un po' di cose che non mi sono andate giù:

– Il Tg5 ieri sera ha fatto una bella marchetta come al solito intervistando Amadeus, che dopo il flop del suo ultimo game show ha ben poco da sorridere.

– Il Tg5 questa mattina ha riproposto la marchetta di ieri e scommetto che lo faranno anche oggi nell'edizione delle 13.00.
Amadeus non cambia mai. E' sempre uguale a se stesso. Quindi non lo sopporto (vabbè, questo non c'entra ma era giusto per ribadire il concetto di un Amadeus miracolato)

– Il muro dei 100 dev'essere abbattuto al più presto. Un promo nel quale ancora si sente gridare popo po po po po pòòòòò va censurato.
– I giocatori che faranno parte del muro – ha detto Amadeus tutto orgoglioso – faranno molto casino e tanti bei cori da stadio (e vantiamocene pure).

Servono altre ragioni? Anche la dichiarazione di Amadeus è da manuale: Sono felice di sperimentare. E' un programma in cui credo molto. I sei mesi di pausa forzata mi hanno garantito il tempo necessario per prepararmi al meglio.

E' un programma che sta entusiasmando il mondo intero. Sono certo, che anche gli italiani appassionati di quiz e che amano mettersi alla prova, da casa comodamente seduti in poltrona, verranno contagiati da questo irresistibile gioco e faranno a gara per rispondere alle domande.

Già, all'estero però i presentatori non si chiamano Amadeus

Scritto da Style24.it Unit
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Tv Talk, blitz su Youtube

Al via il Rose d'Or Festival: mercoledì si premiano i migliori format tv dell'anno

Leggi anche
Contents.media