Home » Attualità » Personaggi » Al Bano, scomparsa di Ylenia: “Basta, chiedo il diritto all’oblio”

Al Bano, scomparsa di Ylenia: “Basta, chiedo il diritto all’oblio”

|

Al Bano, stanco di sentire invenzioni sulla scomparsa della figlia Ylenia, ha chiesto il diritto all'oblio.

Ylenia Carrisi è scomparsa nel gennaio del 1994 a New Orleans. Sono passati 26 anni da quel terribile momento e di lei non si hanno più notizie, se non qualche bufala. Al Bano, stanco di sentire notizie infondate, ha fatto sapere di aver richiesto alle autorità di poter esercitare il diritto all’oblio.

Al Bano: chiesto il diritto all’oblio su Ylenia

Dopo quasi 30 anni, Al Bano è stanco di sentire false notizie in merito alla figlia Ylenia Carrisi. Scomparsa nel gennaio del 1994 a New Orleans, se fosse ancora viva oggi avrebbe 49 anni. Il cantautore di Cellino San Marco crede che lei sia morta, tanto che nel 2013 ha chiesto al tribunale di Brindisi la dichiarazione di morte presunta. Romina Power, invece, è ancora convinta che Ylenia sia viva e spesso lancia appelli social per cercare di ritrovarla. Nelle ultime ore, la tv spagnola ha portato avanti un’inchiesta secondo cui la figlia di Albano vivrebbe a Santo Domingo con il marito Alexander Suero Álvares, detto Gringo. Carrisi senior, davanti a queste ennesime dichiarazioni, ha perso la pazienza. Intervistato da Adnkronos, ha tuonato:

“Basta con queste squallide speculazioni su mia figlia Ylenia, la devono smettere. Ci marciano solo per fare del maledetto denaro. (…) Ho dato incarico all’avvocato Giorgio Assumma di adire in Italia e all’estero le competenti magistrature locali, per ottenere la tutela del mio diritto all’oblio e alla tranquillità familiare, nei confronti di chiunque torni ad insinuare verità false sulla triste vicenda che mi ha colpito”.

Il cantautore è una furia e promette di “dare battaglia violenta e senza sosta a quanti continuano a speculare sulla terribile vicenda che ha colpito la sua famiglia.

Lo sfogo di Albano

Carrisi è, giustamente, stanco di sentire invenzioni su Ylenia anche perché tutto quello che si poteva fare per ritrovarla, è stato fatto. Al Bano ha dichiarato:

“In Spagna hanno fatto una speculazione squallida tornando sull’argomento e parlando di dettagli che ben conosco. E danno spago a questa gentaglia. Tutto perché sono a caccia dell’audience, in nome del quale si ammazza la gente. Fanno i soldi, fanno soffrire, ma prendono in giro tante persone che sono ancora in attesa di speranze che purtroppo non ci sono. (…) L’altro giorno qualcuno ha visto mia figlia a Venezia. Io conosco la storia, c’è la parola fine da quel maledetto 5 gennaio del ’94. Basta, ognuno ha una sua storia che va rispettata per quello che è. Non è tollerabile che questo martirio continui ancora ad essere perpetrato liberamente, provocando anche equivoci e malintesi”.

Albano ha tutto il diritto di chiedere il silenzio sulla scomparsa di Ylenia. Gli anni passano, ma il dolore è sempre il medesimo e sentire nuove ‘piste’ che non sono mai tali è un supplizio.

Scritto da Fabrizia Volponi

Scrivi un commento

1000

Danny Masterson arrestato per 3 presunti stupri: l’accusa

Giulia De Lellis fa l’aerosol al cane: il video divide i follower

Leggi anche
Entire Digital Publishing - Learn to read again.