2012: la fine del mondo secondo i Maya (di Hollywood) non convince

La fine del mondo prevista nella famosa profezia dei Maya viene raccontata nella pellicola hollywoodiana 2012, ma c’è un elemento che stona: Silvio Berlusconi!

L’altro giorno mi sono imbattuto nel film 2012 di Roland Emmerich, campione d’incassi nel 2009, che racconta dell’avverarsi dell’ormai celeberrima profezia dei Maya sulla fine del mondo. La storia, la cui trama è lontanissima da qualsiasi pretesa di verosimiglianza e risponde più che altro alle esigenze ludiche di un pubblico da videogame, è incentrata sulla distruzione del pianeta e sul progetto top secret per salvare una piccola percentuale di umanità, soprattutto potenti e miliardari, che verrà accolta nell’arca di Noè del ventunesimo secolo.

Da noi il film viene ricordato soprattutto per la scena, che finalmente ho potuto vedere di persona, in cui il premier italiano decide di morire con i fedeli riuniti in preghiera a San Pietro, mentre tutti gli altri leader mondiali si mettono in salvo.

Ora, non so bene da dove Emmirich – anche autore della sceneggiatura – abbia preso l’ispirazione per l’episodio, ma francamente non trovo nulla di più inverosimile: il nostro ex presidente del Consiglio Silvio Berlusconi che accetta passivamente il destino crudele? Rinunciando ad usufruire della possibilità di salvarsi con i grandi della Terra? Secondo me è più realistico tutto il resto, ma a un Berlusconi martire che rinuncia ai suoi privilegi proprio non si riesce a credere!

(In foto: una scena del film 2012).

Altri link utili:

Profezia Maya 2012: finalmente una notizia rassicurante

Dal Millenium Bag alla profezia Maya, ecco tutte le apocalissi

21 dicembre 2012: i Maya e le altre profezie

Scritto da Style24.it Unit
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Sanremo 2012: riflessioni su Morandi, ospiti e storia del Festival

X Factor 5: finale questa sera, appuntamento da non perdere su Sky

Leggi anche
Contents.media